Il fondatore di Papa John John Schnatter si è dimesso da presidente del consiglio di amministrazione

Il fondatore ed ex CEO di Papa John, John Schnatter, ha rassegnato le dimissioni da presidente del consiglio della catena della pizza la scorsa notte, dopo aver riferito di aver usato la N-word in una conference call di maggio. Schnatter ha lasciato il CEO lo scorso dicembre in seguito a una controversia sui commenti che ha fatto sulle proteste della NFL.

In una dichiarazione, John ha detto questo: “I rapporti di notizie che attribuiscono l’uso di un linguaggio inappropriato e offensivo durante una sessione di formazione sui media relativa alla razza sono vere: indipendentemente dal contesto, mi scuso, ho semplicemente affermato che il razzismo non ha posto nella nostra società. ”

Durante una telefonata con un’agenzia di marketing, John ha difeso i suoi commenti sulla NFL, dicendo che KFC non ha affrontato il contraccolpo quando “il colonnello Sanders ha chiamato i neri n —– s”, ha riferito Forbes. Ha anche parlato della sua infanzia in Indiana e ha detto che lì, la gente trascinava gli afro-americani dai camion fino alla morte. Dopo la telefonata, l’agenzia ha concluso il rapporto con Papa John’s.

L’anno scorso, John ha incolpato di vendite di pizza scadenti i giocatori di football inginocchiati durante l’inno nazionale per protestare contro la brutalità della polizia e il razzismo in America. A quel tempo, Papa John’s era lo sponsor pizza ufficiale della NFL. Da allora è passato a Pizza Hut.

In un comunicato stampa nella tarda notte di mercoledì, Papa John ha annunciato le dimissioni di John e ha detto che un nuovo Presidente del Consiglio sarà nominato nelle prossime settimane. Mentre non è più sul tavolo, John possiede ancora una porzione consistente – circa il 30 percento – della società, CBS sottolinea.


Immagine
Alexandra Folino

ACQUISTA ORA Delish Cookbook, $ 30, barnesandnoble.com

Loading...