Moretum (Pesto alle erbe e aglio)

Questa ricetta per il pesto di aglio, erbe e formaggio pecorino proviene da un poema attribuito al primo secolo a.C. poeta Virgilio (anche se gli studiosi ora si chiedono se l’autore fosse in realtà un falso, “Pseudo-Virgilio”). Nel poema, un contadino di nome Similus macina una potente miscela di aglio, formaggio duro salato, olio, aceto ed erbe fresche da mangiare con pane semplice.

Ricetta per gentile concessione di Cathy Kaufman, presidente dei Culinary Historians di New York.

I rendimenti:

1

ingredienti
2
testa d’aglio
1 cucchiaio.
sale grosso o kosher
1/2 libbra.
pecorino stagionato
Foglie di sedano da 3 gambi
1/2
mazzo di coriandolo
1 cucchiaio.
foglie di timo fresche
1 cucchiaio.
aneto essicato
3
rametto di origano (solo foglie)
2 cucchiai.
Olio extravergine d’oliva
2 cucchiaini.
aceto di vino bianco
Indicazioni
  1. Mettere l’aglio e il sale in un mortaio e mescolare con un pestello. Aggiungere il formaggio, le foglie di sedano e altro
    erbe e continua a martellare per purea. Innaffiare lentamente l’olio fino a formare una pasta densa. Aggiungi il
    aceto, martellante da incorporare. Rimuovere il moretum e la forma in una palla. Mangia con un pane grosso.

<p>Questo <b>antico romano</b> la ricetta per l’aglio, le erbe e il pesto di pecorino proviene da un poema attribuito al I secolo a.C. poeta Virgilio (anche se gli studiosi ora si chiedono se l’autore fosse in realtà un falso, “Pseudo-Virgilio”). Nel poema, un contadino di nome Similus macina una potente miscela di aglio, formaggio duro salato, olio, aceto ed erbe fresche da mangiare con pane semplice e renderlo più appetitoso.</p><p><b>Ricetta:</b> <b>Moretum (Pesto alle erbe e aglio)</b></p><p>“title =” Pesto romano antico ”<br/>class = “lazyimage lazyload”<br/>src = “https://hips.hearstapps.com/del.h-cdn.co/assets/cm/15/10/54f6a92266560_-_roman-empire-psuedo-virgil-del1110-xl.jpg?crop=1xw:1.0 xh; centro, top & ridimensionare = 480: *”<br/>/></picture></div></div><div class= Dianie Lamprecht

Loading...